Vinitaly 2014 + Girò di Cagliari Full Video

Wine Category

Vinitaly 2014 Girò: una dolcezza in via di estinzione.

4 ettari di vigna e 1000 bottiglie l’anno fanno di questo vino la DOC più piccola d’Italia.

SardegnaA Vinitaly 2014 Giro’ di Cagliari si è presentato al pubblico come la più piccola DOC enologica d’Italia.
Il salone internazionale del vino e dei distillati è stata infatti un’ occasione unica per scoprire quelle nicchie di mercato che fanno del vino Italiano un vero e proprio brand, apprezzato in tutto il Mondo.

Nel padiglione dedicato alla Sardegna, oltre agli irrinunciabili Cannonau, Nugarus, e Vermentino, Recount Channel è andato alla ricerca di un vino conosciuto solo dagli intenditori: stiamo parlando del Girò di Cagliari.
Il Girò si caratterizza per un colore rosso rubino tenue, con riflessi granata. Vino da dessert dal profumo elegante e delicato, dominato dai sentori di frutta cotta e spezie ha un sapore caldo e avvolgente che persiste fino alla fine.
Il Girò è uno dei pochi vini che si sposa perfettamente con il cioccolato.

Girò di Cagliari (4)L’uva da cui si ricava il Girò è particolarmente difficile da coltivare: acino piccolo e seme grande ne riducono notevolmente la resa in spremitura e per questo motivo il vitigno autoctono, un tempo molto diffuso, è a rischio estinzione. Oggi il Girò viene prodotto solo dalla cantina Meloni che lo coltiva su un appezzamento di appena 4 ettari. Limitata anche la produzione di bottiglie che si aggira sul migliaio l’anno, prevalentemente destinate al mercato estero o ai pochi intenditori che non vogliono farsi scappare l’occasione di degustare la più piccola DOC d’Italia.

Recount Channel ha intervistato la responsabile export di Meloni Vini srl che racconta la difficoltà di questa coltivazione ma anche la passione che anima il loro lavoro e la felicità che caratterizza il raggiungimento di obiettivi importanti come i tanti premi internazionali che Meloni Vini ha conquistato con la sua produzione.
vinitaly 2014 girò di cagliari (3) Oggi Meloni Vini srl, sita a Cagliari, ha interamente convertito i 200 ettari di appezzamento in vigneto biologico per offrire alla propria clientela vini di altissimo valore aggiunto, che non si producono sfruttando il territorio ma valorizzando le caratteristiche e coltivando le viti seguendo la filosofia che il fondatore, Pietro Meloni, ha instillato nei figli e che ancora oggi anima la quarta generazione di viniviticoltori.

Vasca 50Oltre al Girò Vinitaly 2014 ci ha dato la possibilità di scoprire anche una IGT di indubbio valore: Vasca 50 recentemente premiato con l’etichetta d’oro Slow Food, nato per festeggiare i 100 anni della nascita del capostipite.
Sempre della produzione di Meloni Vini srl fanno parte anche l’amatissimo Nasco, il Moscato di Cagliari e il Malvasia.